Menu
Ti trovi qui:Attività»Almanacco»Aprile
Aprile

Aprile

  • I Santi:

    12 aprile - San Zeno, o Zenone, vescovo
    Vissuto nel IV secolo e noto come il Vescovo Moro, san Zeno era originario della Mauritania, nell'Africa Settentrionale, terra che ha dato i natali anche a celebri autori latini come Apuleio o Lattanzio. Non si conosce la data né il motivo del suo trasferimento a Verona, città della quale divenne vescovo nell'anno 362, e dopo la morte santo patrono. Visse in austerità e semplicità, pescando spesso nelle acque dell'Adige e divenendo perciò in seguito protettore dei pescatori d'acqua dolce. E' ricordato per essere stato il primo evangelizzatore della città veneta come testimoniano i suoi sermoni (16 lunghi e 77 brevi) con i quali, oltre a predicare le virtù cristiane di povertà, umiltà e carità, confutava le eresie ariane, molto diffuse in quegli anni, e si confrontava con il paganesimo. San Zeno è anche ricordato per i molti episodi di lotta con il demonio che costellano il suo episcopato: nella lunetta del protiro della basilica scaligera a lui intitolata è raffigurato infatti mentre calpesta il demonio.

  • Accadde:

    7-8 Aprile 1300

    "Nel mezzo del cammin di nostra vita
    mi ritrovai per una selva oscura,
    ché la diritta via era smarrita.

    Ahi quanto a dir qual era è cosa dura
    esta selva selvaggia e aspra e forte
    che nel pensier rinova la paura!"

    Dante Alighieri, La Divina Commedia

    È la notte tra giovedì 7 aprile e venerdì 8 aprile del 1300. Dante si smarrisce nella selva oscura. Incontra le tre fiere: lonza, leone, lupa. Viene soccorso da Virgilio, che lo guiderà in un viaggio attraverso Inferno e Purgatorio, mentre Beatrice lo guiderà in Paradiso.

  • Feste e sagre:

    Cavallo di fuoco - 3 aprile, Ripatransone, Ascoli Piceno
    Dal 1682 a Ripatransone, cittadina del Piceno, si rinnova una fra le manifestazioni folkloriche e pirotecniche piú singolari: il Cavallo di Fuoco. In ricordo dell'incoronazione della Madonna di San Giovanni a Patrona della Cittá e Diocesi, i Ripani si trovano ogni anno, nella sera della Domenica in Albis, a rievocare un evento che è molto di piú di un semplice fuoco d'artificio. Dopo un breve giro di ricognizione viene soppressa la pubblica illuminazione e si aziona il meccanismo dei fuochi artificiali. Il Cavallo, imbottito di petardi, compie allora diverse tornate lanciando fiamme da tutte le parti. I fuochi più spettacolari vengono esplosi in aria, ma nello spirito della manifestazione il Cavallo deve soprattutto "minacciare" la gente accalcata, disperdendola in ogni direzione.

  • La ricetta:

    Olive all'ascolana
    Le olive all'ascolana sono una specialità originaria della provincia di Ascoli Piceno Le olive sono quelle della qualità "ascolana", grandi e verdi, in salamoia.
    Ingredienti per circa 50 olive:
    Polpa di manzo 90 g, Polpa di suino 70 g, Petto di pollo 70 g, una fetta di mortadella, una fetta di prosciutto crudo, 40 gr di parmigiano grattugiato, un uovo, mollica di pane nella quantità giusta per compattare l'impasto, buccia grattugiata di mezzo limone, sale, pepe, noce moscata, 40 gr di burro.
    Per friggere:
    Olio di semi di semi di arachide, farina ,uova, pane grattugiato.
    Preparazione:
    Rosolare le carni tagliate a dadini nel burro, facendo attenzione che non siano troppo asciutte.
    Passare la carne rosolata nel tritacarne, aggiungendo la mortadella e il prosciutto.
    Mettere il composto in una terrina, aggiungere l'uovo, il parmigiano, la buccia grattugiata del mezzo limone, sale, pepe, noce moscata quanto basta e la mollica di pane per compattare ed amalgamare bene il tutto.
    Denocciolare le olive tagliando la polpa a spirale e in un unico pezzo.
    Riempire l'oliva con il composto facendo attenzione a ricostruirla con cura.
    Passare le olive farcite nella farina, poi nell'uovo, quindi nel pane grattugiato, avendo cura che il tutto aderisca bene all'oliva.
    Friggere le olive finché non siano ben dorate scolandole poi su carta assorbente.

  • Il proverbio:

    L'acqua d'aprile, il bue ingrassa, il porco uccide, la pecora se ne ride

Altro in questa categoria: « Marzo Maggio »
Torna in alto
Orario ICDe
Dal lunedi al venerdi
9.00-17.00
Metro Linea B (EUR Fermi) Bus 30 Express, 170, 671, 703, 707, 714, 762, 765, 791
Amministrazione
trasparente

banner amm tra small

Servizio VI
Tutela del patrimonio
DEA e immateriale

logo ministero

Geoportale della
Cultura Alimentare
geoportale
Seguici su
facebook   twitter
Insta   youtube
logomucivexportsmall
amuseonazatp