Menu
Ti trovi qui:l'Istituto»Archivi e laboratori»Archivio fotografico»Visualizza articoli per tag: Antropologia dei suoni
strisciaheader2

Membranofoni

I membranofoni comprendono essenzialmente tamburelli, tamburi a frizione e mirliton. Il tamburello è uno strumento musicale molto antico, originariamente connesso a occasioni rituali e prevalentemente femminile.

Particolarmente diffuso nel centro-sud, era usato per accompagnare, insieme ad altri strumenti, il ballo e/o la voce e veniva spesso costruito dallo stesso suonatore che utilizzava per la cornice un setaccio e per i piattini i recipienti di latta per conserve.

La pelle può essere decorata con figurine dipinte che riflettono una simbologia di carattere propiziatorio (la coppia circondata da rami fioriti, figurine femminile), o con scene di soggetto epico-cavalleresco come nel caso del tamburo raffigurante "la rotta di Roncisvalle".

Testo tratto da: Roberta Tucci, La collezione degli strumenti musicali del Museo Nazionale delle Arti e Tradizioni Popolari, Catalogo, in P. E. Simeoni, R. Tucci (a cura di), Museo Nazionale delle Arti e Tradizioni Popolari. La collezione degli strumenti musicali, Roma, Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato, 1991, pp. 49-378. Adattamento a cura della Redazione

Leggi tutto...

Idiofoni

Gli idiofoni sono costituiti da crotali (elementi in materiale vario a percussione reciproca), da castagnette, da tabelle, martelletti (funzionanti a percussione), da raganelle e tràccole (funzionanti a raschiamento) da sonagli a scuotimento, realizzati in legno, cartone o latta e contenenti dei semi o piccoli frammenti di materiale vario.

Tabelle, martelletti, raganelle e tràccole venivano usati durante le cerimonie della Settimana Santa in sostituzione delle campane, legate in segno di lutto. Fa parte degli idiofoni anche lo scacciapensieri, strumento diffuso in passato in tutte le regioni italiane, costruito nelle botteghe dei fabbri o da i calderai zingari ambulanti, ma anche in Piemonte, in provincia di Vercelli, vi era un centro famoso di produzione industriale di scacciapensieri attivo dal XVII secolo a metà del XIX.

Testo tratto da: Roberta Tucci, La collezione degli strumenti musicali del Museo Nazionale delle Arti e Tradizioni Popolari, Catalogo, in P. E. Simeoni, R. Tucci (a cura di), Museo Nazionale delle Arti e Tradizioni Popolari. La collezione degli strumenti musicali, Roma, Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato, 1991, pp. 49-378. Adattamento a cura della Redazione

Leggi tutto...
Orario ICDe
Dal lunedi al venerdi
9.00-17.00
Metro Linea B (EUR Fermi) Bus 30 Express, 170, 671, 703, 707, 714, 762, 765, 791
Servizio VI
Tutela del patrimonio
DEA e immateriale

logo ministero

Seguici su
facebook   twitter
pinterest   youtube
logomucivexportsmall
amuseonazatp