Menu
Ti trovi qui:Feste e tradizioni»Lazio»Carnevale a Ronciglione
La carrozza di Re Carnevale, 1997 La carrozza di Re Carnevale, 1997

Carnevale a Ronciglione

Da più di un secolo, a Ronciglione (Viterbo), il Carnevale viene festeggiato con la mascherata degli ussari, la corsa dei berberi, la sfilata di carri allegorici e l'offerta di maccheroni da parte dei Nasi Rossi.

Gli ussari accompagnano il corteo del Re del Carnevale, che entra in carrozza e prende le chiavi della città per cinque giorni.

La corsa dei berberi inizia quando i cavalli, al segnale del "messiere", vengono lanciati al galoppo senza fantino per circa un chilometro; il cavallo vincente dovrà ripercorrere il tragitto di gara, preceduto dalla banda.

Naso Rosso è una maschera del teatro contadino, nata a Ronciglione, che, in abbigliamento notturno, ha per ornamento un vaso da notte ricolmo di fumanti maccheroni, mentre i Nasi Rossi si mimetizzano dietro ad un enorme naso di cartapesta.

Foto: A. Lombardozzi, 1982
Archivio Fotografico dell'Istituto Centrale per la Demoetnoantropologia

Foto: S. Ioncoli e L. Partenzi, 1997
Archivio Fotografico dell'Istituto Centrale per la Demoetnoantropologia

Torna in alto
Istituto
Aperto dal lunedi al venerdi
Come arrivare
Metro Linea B (EUR Fermi)
Bus 30 Express, 170, 671, 703, 707,
714, 762, 765, 791
Seguici su
facebook   twitter
pinterest   youtube
MuCIV: MNATP
lopiccolomumu