Menu
Ti trovi qui:Attività»Eventi»Articoli filtrati per data: Aprile 2010

Articoli filtrati per data: Aprile 2010

Presentazione “Conoscenze”

MINISTERO PER I BENI E LE ATTIVITÀ CULTURALI 
Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici del Molise 
Soprintendenza per i Beni Storici Artistici ed Etnoantropologici del Molise 

28 aprile 2010 - ore 17.00 
Venafro (Isernia) - Castello Pandone

presentazione del volume 
CONOSCENZE: PATRIMONIO IMMATERIALE DEL MOLISE
(a cura di Emilia De Simoni – BetaGamma, Viterbo 2009)

Volume

La presentazione sarà introdotta da Daniele Ferrara, Soprintendente per i Beni Storici Artistici ed Etnoantropologici del Molise. Interverranno: Renato Cavallaro, Professore di Sociologia generale all'Università Sapienza di Roma; Antonietta Caccia, Presidente dell'Associazione Circolo della Zampogna; Mauro Gioielli, Demologo. Sarà inoltre presente Francesco Scoppola, Direttore Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici dell'Umbria, già Direttore Regionale del Molise.

Leggi tutto...

Inaugurazione sezione Macchina di Santa Rosa

Presentazione e inaugurazione della sezione museale dedicata alla Macchina di Santa Rosa

Nel Museo Nazionale delle Arti e Tradizioni Popolari è stata inaugurata una sezione dedicata alla Macchina di Santa Rosa. 

La Macchina di Santa Rosa nel nuovo allestimento

L'amministrazione comunale di Viterbo ha promosso il progetto dell'esposizione che comprende: una parte del modello della macchina "Ali di Luce", ideata da Raffaele Ascenzi - che ha sfilato a Viterbo dal 2003 al 2008 - e la statua della Santa. In alcuni pannelli viene illustrata la storia di Santa Rosa, accompagnata da immagini d'epoca, filmati sulla festa e da un modellino della macchina ideata da Virgilio Papini, che ha sfilato dal 1924 al 1951. L'esposizione sarà presente, all'interno del museo, per almeno 10 anni, grazie a una convenzione rinnovabile stipulata fra i due enti. Sono intervenuti all'inaugurazione il direttore dell'Istituto, il sindaco di Viterbo Giulio Marini, l'assessore alla Cultura Vito Guerriero, il dirigente del settore Stefano Menghini, l'architetto Gianni Cesarini, curatore dell'allestimento e Massimo Mecarini, presidente del Sodalizio dei Facchini di Santa Rosa, con una delegazione di Facchini.

Leggi tutto...

Omaggio a Diego Carpitella

Logo ICBSALogo IDEAMATLogo settimana della cultura

Ministero per i Beni e le Attività Culturali - XII Settimana della Cultura
Istituto Centrale per i Beni Sonori e Audiovisivi - Istituto Centrale per la Demoetnoantropologia

Omaggio a Diego Carpitella

Diego Carpitella

giovedì 22 aprile 2010 - ore 10.30 e ore 14.30 
Istituto Centrale per i Beni Sonori e Audiovisivi - Via Michelangelo Caetani 32 - Roma

Il 22 aprile 2010 l'Istituto Centrale per i Beni Sonori e Audiovisivi (ICBSA) e l'Istituto Centrale per la Demoetnoantropologia (IDEA) organizzano, presso l'Auditorium dell'ICBSA, una giornata dedicata a Diego Carpitella (1924-1990), nel ventennale della sua scomparsa.

Alle ore 10.30 interverranno: Massimo Pistacchi, Stefania Massari, Luigi M. Lombardi Satriani, Agostino Ziino e Francesco Giannattasio.

Alle ore 14.30 verranno proiettati alcuni esempi dell'antropologia visiva di Diego Carpitella, presentati da Emilia De Simoni:

Materiali di Antropologia Visiva 4: Alan Lomax racconta l'esperienza etnomusicologica in Italia con Diego Carpitella (1991, 6')
Realizzazione: Museo Nazionale Arti e Tradizioni Popolari, 2003.

Meloterapia del tarantismo (1960, 7')
di Diego Carpitella
Ed. a cura di F. De Melis; Museo Nazionale Arti e Tradizioni Popolari e Centro FLOG, 1995.

Cinesica 1: Napoli (1973, 45')
Regia: Diego Carpitella; aiuto regia: R. Assuntino; ricerche: D. Carpitella, G. Bonicelli, R. Assuntino, S. Testa (DFA - Istituto di Storia delle Tradizioni Popolari dell'Università La Sapienza); montaggio: R. Perpignani; fotografia: G. Bonicelli; produzione: Istituto Luce.

Suoni: Calabria "zampogna e chitarra battente" (1981, 31')
Collana "I suoni" diretta da Diego Carpitella
Fotografia: G. Bonicelli; suono: R. Faidutti; aiuto regia: F. Giannattasio; montaggio C. Conversi; produzione: Bocca di Leone Cinematografica, RAI.

MIV 10: cantigos a boghe 'e chiterra (1991, 10')
Collana Musica & Identità/Video fondata da Diego Carpitella
Regia: F. De Melis; produzione: Discoteca di Stato, Associazione Italiana di Cinematografia Scientifica, Cattedra di Etnomusicologia del Dip. di Studi Glotto-Antropologici dell'Università La Sapienza, Museo Nazionale Arti e Tradizioni Popolari.

Con questa iniziativa i due Istituti intendono rendere omaggio all'etnomusicologo che, con la sua intensa attività di ricerca e con i suoi studi, ha contribuito in maniera determinante alla documentazione e alla valorizzazione del patrimonio immateriale etnomusicologico del nostro Paese.
Per il suo impegno culturale e per il suo rigore scientifico, Diego Carpitella si può considerare un maestro non soltanto nel campo dell'etnomusicologia, ma anche nel settore dell'antropologia visiva. Dall'avvio, negli anni '50 dello scorso secolo, delle prime "spedizioni etnologiche" con Ernesto de Martino (1908-1965) e delle ricerche sul campo con Alan Lomax (1915-2002), l'attività dello studioso si è svolta lungo un percorso caratterizzato da quella che si potrebbe definire una "rigorosa passione", tesa a restituire dignità alle espressioni del folklore musicale italiano e a promuoverne la conoscenza.

Nel tempo questo impegno ha sollecitato Carpitella ad approfondire ulteriori forme di osservazione e documentazione, ponendo le basi per l'antropologia visiva in Italia, intesa come metodo imprescindibile nella ricerca demoetnoantropologica.
Per le significative collaborazioni con la Discoteca di Stato, oggi ICBSA, e con il Museo Nazionale delle Arti e Tradizioni Popolari, oggi IDEA, rappresentate dalla produzione dei MIV - Musica e Identità Video, e dalla rassegna MAV - Materiali di Antropologia Visiva, Diego Carpitella si pone come una figura centrale nella storia dei due Istituti.

L'iniziativa proporrà dunque, attraverso presentazioni, sequenze sonore e filmiche, l'attualità dell'opera di Carpitella, oggi, nell'ambito degli studi demoetnoantropologici e nell'attività di valorizzazione del patrimonio immateriale condotta dal MiBAC.

Leggi tutto...

Patrimonio etnoantropologico immateriale

Logo ICCDLogo IDEAMATlogo settimana della cultura

Ministero per i Beni e le Attività Culturali 
SETTIMANA DELLA CULTURA 2010 
Istituto Centrale per il Catalogo e la Documentazione con Istituto Centrale per la Demoetnoantropologia 
ICCD - Chiesa delle Zitelle, Via di S. Michele 18 - Roma

Mercoledi 21 aprile 2010

Patrimonio etnoantropologico immateriale: esiti di ricerche sul campo

Ore 17.00

Introduce
Laura Moro, Direttore dell'Istituto Centrale per il Catalogo e la Documentazione

Intervengono
Antonia Pasqua Recchia, Direttore Generale per l'organizzazione, gli affari generali, l'innovazione, il bilancio ed il personale
Stefania Massari, Direttore dell'Istituto Centrale per la Demoetnoantropologia

Relazioni
Renato Cavallaro, Professore di Sociologia generale, Università Sapienza - Roma
Presentazione del volume Conoscenze. Patrimonio immateriale del Molise a cura di Emilia De Simoni, 2009
Alberto M. Cirese, Professore emerito di Antropologia culturale, Università Sapienza - Roma
Un ricordo di ricerche molisane
Emilia De Simoni
La ricerca di etnografia visiva e dei dati di catalogazione sul patrimonio immateriale del Molise
Sandra Vasco
Esiti del progetto PACI dell'ICCD
Roberta Tucci
Il recupero delle banche dati della Videoitalia e del CNR
Paola Elisabetta Simeoni
La catalogazione con la scheda BDI ridotta per la inventariazione: elementi della "Dieta mediterranea" in Puglia, Basilicata, Lazio

Ore 19.30 - 20.15 - Chiostro delle Zitelle

Concerto di Musiche e canti di tradizione popolare dell'amatriciano (Amatrice - Rieti)
Organizzazione di Mario Ciaralli

Terzine, quartine, canto in ottava rima a contrasto
Suonate strumentali con zampogna (ciaramelle) e organetto: saltarello, accompagnamento della sposa (piagnereccia, camminereccia, crellereccia)

Nello Sciarra, ciaramelle
Pietro De Acutis, cantore-poeta
Donato De Acutis, cantore-poeta e organetto
Giampiero Giamogante, cantore-poeta

Leggi tutto...

Presentazione "Feste e Riti d’Italia"

Ministero per i Beni e le Attività Culturali - XII Settimana per la Cultura 
Roma 19 aprile 2010 - ore 17.30 
Biblioteca di archeologia e storia dell'arte - Via del Collegio Romano 27

Presentazione del volume "Feste e Riti d'Italia - Sud 1" 
a cura di Stefania Massari

Copertina della pubblicazioneL'Istituto Centrale per la Demoetnoantropologia (IDEA) costituitosi nel 2008 con il suo annesso Museo Nazionale delle Arti e Tradizioni Popolari di Roma (MAT) in linea con il lavoro decennale già avviato ed alla luce di una innovativa concezione del patrimonio culturale, ha realizzato il primo volume dedicato a "Feste e Riti d'Italia – Sud 1" della Collana sui Beni Immateriali dell'Umanità (De Luca, Roma 2009).
Lo studio, partendo dai ricchi archivi di IDEA, è stato integrato dal prezioso contributo offerto direttamente dal territorio. Il volume è il risultato di una nuova metodologia di ricerca che ha visto coinvolti centinaia di collaboratori, fra persone e istituzioni, a livello locale e centrale convinti che la gestione del patrimonio culturale debba essere fatta con i suoi detentori e che il compito delle istituzioni specializzate sia essenzialmente quello di sensibilizzare sulle tematiche di competenza, per far conoscere e valorizzare il patrimonio culturale.

La pubblicazione che include le feste delle cinque regioni del Sud Basilicata, Calabria, Campania, Molise e Puglia, rappresenta un esempio del ricchissimo patrimonio immateriale ancora presente sul nostro territorio nazionale, spesso inedito o poco conosciuto e che si intende continuare a presentare nel corso delle successive pubblicazioni della collana.
Lo studio intende offrire una riflessione sulla nuova concezione di salvaguardia del patrimonio culturale, oggi non più legato alla mera conservazione ma ampliata e in grado di assicurare una sua tutela attiva e partecipata con e dal territorio. Tale approccio ha portato al censimento delle feste e dei riti del sud e alla raccolta di un ricchissimo materiale audiovisivo e fotografico oltre che di ricerca, in parte presentato in questo lavoro, presente presso gli archivi di IDEA e condiviso con le comunità locali, che fra breve sarà anche reso accessibile attraverso il suo nuovo sito telematico in fase di realizzazione.

È possibile seguire lungo il Paese un percorso invisibile che unisce le nostre Regioni, con le loro identità e differenze, attraverso una moltitudine di feste religiose, riti e cerimonie, riferimenti vitali e forti della vita delle comunità locali un censimento completo relativo alle feste tradizionali e rituali che tuttora scandiscono l'arco temporale dell'anno con le pratiche ad esse collegate quali la musica, i canti, le danze, i cibi, le forme di devozione, in sintesi tutto quel patrimonio immateriale in continua trasformazione la cui importanza e vitalità sono state di recente riconosciute, al pari del patrimonio materiale, attraverso la ratifica da parte del nostro Paese della Convenzione Unesco.
Le tradizioni in tale modo sono state identificate come risorse eccellenti ed efficaci per il futuro culturale ed economico del Paese, capaci di mettere in atto processi di sviluppo locali e sostenibili, in grado di valorizzare l'insieme delle risorse sparse sul territorio.

Con l'occasione della presentazione del volume si presenta al pubblico anche il Nuovo Istituto Centrale per la Demoetnoantropologia con i suoi compiti e fini.

Intervengono:
Mario Lolli Ghetti
Direttore generale per il paesaggio, le belle arti, l'architettura e l'arte contemporanee
Gregorio Botta
Vice direttore de "La Repubblica"
Luigi Maria Lombardi Satriani
ordinario di antropologia presso Sapienza Università di Roma
Massimo Pistacchi
Direttore dell'Istituto centrale per i beni sonori ed audiovisivi
Coordina: Barbara Terenzi
coordinatrice del Comitato per la promozione e protezione dei diritti umani

Leggi tutto...
Istituto
Aperto dal lunedi al venerdi
Come arrivare
Metro Linea B (EUR Fermi)
Bus 30 Express, 170, 671, 703, 707,
714, 762, 765, 791
Seguici su
facebook   twitter
pinterest   youtube
MuCIV: MNATP
lopiccolomumu