Menu
Ti trovi qui:Attività»Eventi»Articoli filtrati per data: Dicembre 2011

Articoli filtrati per data: Dicembre 2011

Botteghe del presepe e Comuni in Musica

L'Associazione MArtiS presenta, in un grande Presepe al Museo, l'esposizione delle botteghe di Arti e Mestieri realizzate da bambini. L'iniziativa è abbinata ad una raccolta fondi a sostegno dell'Ospedale Pediatrico Bambino Gesù nel progetto "Aiutiamo il Futuro a Diventare Grande", che ha come scopo la costruzione del più grande Centro di Ricerche e Cure Pediatriche d'Europa in fase di realizzazione a Roma, nell'area di San Paolo fuori le Mura.
Con l'occasione il Maestro Nicola Maciariello presenta uno dei suoi Presepi appositamente allestito nella Sala del Trasporto al piano terra del Museo.


alle ore 10,00 
il Comune di San Donaci (BR) presenta, nell'ambito di Comuni in Musica 
LEV EFFATHA

LEV EFFATHA è un gruppo musicale nato nel 2004, quando una canzone del gruppo, "L'infinito", fu scelta come inno dell'incontro dei giovani con Giovanni Paolo II a Loreto. Nel 2005 è stato prodotto il primo cd "LEV EFFATHA", al quale hanno collaborato molti artisti del panorama musicale cristiano internazionale, fra cui Michele Paulicelli, Rommel Bartolo e Joe Sopala (Gen Rosso), Giosy Cento, Ketty Saponara (R.N.S.), Fra Gianni Mastromarino e tanti altri. Nello stesso anno il gruppo ha partecipato alla Giornata Mondiale della Gioventù di Colonia (Germania), dove si è esibito con il cantante ruandese Fabien Hagenimana. Nel 2006 ha realizzato la colonna sonora della trasmissione televisiva "Cuore Amico", nel 2007 ha pubblicato due cd "Salento for Africa", contenenti canzoni etniche africane e dell'Italia meridionale, in particolare salentine, e "Qui per sempre", un insieme di canti fra cui "Noi crediamo ancora", dedicata a Giovanni Paolo II. Nel 2008 il gruppo accoglie Benedetto XVI in visita pastorale a Brindisi; nello stesso anno realizza le colonne sonore del musical "Non abbiate paura". In questi anni si sono avute collaborazioni con artisti internazionali e la pubblicazione di alcuni brani anche negli Stati Uniti. Ad oggi prosegue l'attività che ha portato il gruppo a esibirsi in oltre 100 concerti in Italia.

alle ore 11,00

Dal IV Municipio di Roma 
il Coro ARS NOVA

L'accademia musicale Ars Nova è un'associazione culturale no profit che nasce con l'intento di promuovere sul territorio del IV municipio di Roma attività artistiche di carattere prevalentemente musicale. Inizialmente, nel 2005 nasce semplicemente come coro polifonico "Ars Nova" formato da appassionati del canto, diretti dal M° Valentyna RIVIS, che trovano in questa forma di aggregazione una realtà in grado di far vivere attivamente il tempo libero in un'atmosfera di serenità ed amicizia, con un forte valore di socializzazione eaggregazione anche di culture diverse senza distinzione di età, razza, religione o sesso. Il successo ottenuto nel quartiere e gli apprezzamenti ricevuti dal numeroso pubblico che interviene ai concerti ed ad altri eventi culturali, incoraggiano a proseguire e spingono gli organizzatori ad avventurarsi con collaborazioni che escono dai confini del IV Municipio. Iniziano così alcune esperienze con altre realtà che arricchiscono il gruppo e l'accademia.

Dal Liceo Socio Psico Pedagogico Istituto Maria Immacolata di Roma 
Laboratorio di musica popolare L'ALBERO DI BABELE

Giunto ormai al quattordicesimo anno della sua attività questo laboratorio musicale ha avuto modo di ospitare molti ragazzi, fornendo loro un'ampia visione del linguaggio della musica attraverso il suono della voce, le forme e i materiali, come generativi dell'atto musicale sempre unico ed irripetibile. Lo scopo primario è quello di abitare le culture degli altri popoli attraverso il linguaggio musicale, partendo da un lavoro filologico dei brani per poter poi giungere ad una sistematizzazione armonica mai troppo rigida, ma che consenta anche l'interazione di strutture melodiche e strumenti musicali di diverse tradizioni, al fine ultimo di promuovere, attraverso le diversità culturali, una unità di linguaggio volta al dialogo. Nel corso degli anni è stata svolta un'intensa attività di scambi culturali: molto interessante la collaborazione con la comunità ebraica di Roma, che nel tempo ha portato non solo a suonare insieme, ma anche alla nascita e allo svolgimento di due edizioni di "da Hannukà a Natale" e di "Pesah". Ulteriori collaborazioni e la vincita di diversi concorsi musicali hanno portato a suonare la musica del laboratorio in Russia (San Pietroburgo), in Albania e in Ucraina. Ancora collaborazioni con il Comune di Roma, nel progetto "M'imprendo" per favorire una sensibilizzazione nelle scuole e far nascere attività remunerative, valorizzando le potenzialità dei singoli e del gruppo.

Leggi tutto...

Comuni in Musica

Domenica 11 dicembre 2011, alle ore 10.30

il Comune di Arpino (FR) presenta: 
il Gruppo Folk Città di Arpino

Il "Gruppo Folk Città di Arpino" nasce nel 2009,da un gruppo di ragazzi, con l'intento di far rivivere quelle che sono state le tradizioni ciociare e in particolare della terra di Cicerone, Arpino. I ragazzi del gruppo folk città di Arpino si preparano costantemente per imparare e riproporre al meglio quelle che sono le tradizioni ciociare, servendosi di balli, canti e recitazioni, il tutto viene proposto in costume tipico.

alle ore 15.30 
il Comune di Falerone (FE) presenta: 
il Corpo Bandistico Città di Falerone
la Corale Cesare Celsi

alle ore 17.30
il Comune di Fabriano (AN) presenta: 
la Corale Santa Cecilia

La Corale Santa Cecilia nasce a Fabriano nel 1953 ad opera del sacerdote M° Don Ugo Carletti dapprima come cappella musicale del Duomo di San Venanzio. In breve la corale si pone come punto di riferimento nel panorama vocale della regione, presentando concerti in molte città e piccoli centri marchigiani allora sprovvisti di proprie cappelle musicali. Tale attività in regione, viene riconosciuta affidando alla corale ed ad altre realtà musicali già esistenti l' ònere e l'onore della costituzione dell' ARCOM (Associazione Regionale Cori Marche). L'impegno dei cantori della Corale Santa Cecilia e del suo Maestro, porta il gruppo a misurarsi in importanti concorsi e rassegne nazionali riscuotendo ampi consensi dalle giurie, a volte presiedute da nomi illustri quali Ghislanzoni, Bartolucci ecc. Già nel lontano 1976 il nome della corale varca i confini nazionali dando vita nel corso degli anni ad una serie di tournèe in Europa: Francia, Germania, Repubblica Ceca, Polonia, Ungheria, Inghilterra, Finlandia, Estonia, Spagna, Israele portando in questi paesi la musica e la cultura del territorio marchigiano.

Leggi tutto...

LA FESTA DELLE FESTE. Roma e l'Esposizione Internazionale del 1911

festafeste

Nell'ambito delle celebrazioni per i 150 anni dell'Unità d'Italia l'Istituto Centrale per la Demoetnoantropologia organizza una mostra che ripropone i luoghi e gli eventi connessi alle Mostre Etnografica e Regionale realizzate a Roma durante l'Esposizione Internazionale del 1911.

Ci stiamo avviando al termine del 2011, un anno particolarmente significativo per il nostro Paese, che ha visto, sull'intero territorio nazionale, le celebrazioni per il 150º anniversario dell'Unità d'Italia. Non poteva mancare in questo ambito di condivisione unitaria la testimonianza del Museo Nazionale delle Arti e Tradizioni Popolari (attualmente compreso nell'Istituto Centrale per la Demoetnoantropologia, istituito dal MiBAC nel 2008). Il 5 dicembre 2011, alle ore 17.00, verrà infatti inaugurata una mostra che ripropone i luoghi, gli eventi e le atmosfere connessi alle Mostre Etnografica e Regionale realizzate a Roma durante l'Esposizione Internazionale del 1911 (Roma, Torino e Firenze), dalle cui raccolte ha tratto origine il nucleo principale delle collezioni del Museo stesso.

La mostra LA FESTA DELLE FESTE ripercorre i luoghi e le manifestazioni legate all'Esposizione Internazionale di Roma del 1911, e, come una sorta di "mostra delle mostre", tra narrazione fotografica e ricostruzione documentaria, presenta un itinerario attraverso le opere che in quell'occasione vennero realizzate sotto la regia dei più importanti architetti dell'epoca: apparati effimeri, ma anche importanti interventi urbanistici che, insieme, hanno contribuito a delineare la configurazione attuale di interi quartieri di Roma.

Con la riproposizione di costumi tradizionali, monili, oggetti della quotidianità e della religione popolare, viene ricostruito un passato che costituisce una tappa fondamentale della nostra cultura e della nostra identità.
I materiali regionali esposti nel 1911 erano in parte costituiti dalla collezione dell'etnologo Lamberto Loria (1855-1913) che, dopo aver compiuto numerose spedizioni in paesi extraeuropei, si rese conto, durante un breve soggiorno nel Sannio, della necessità di documentare anche in Italia quella cultura agro-pastorale messa in crisi dalla progressiva industrializzazione.
La mostra prende avvio dal volume "La festa delle feste. Roma e l'Esposizione Internazionale del 1911" recentemente edito da Palombi. In occasione della pubblicazione sono state acquisite numerose immagini relative ai luoghi e agli eventi dell'esposizione romana, dalle fototeche dell'Iccd, del Museo di Roma, del Vaticano e di Editalia. Il lavoro di ricerca documentaria, bibliografica e iconografica ha coinvolto le diverse professionalità del personale dell'Istituto e ha prodotto una consistente mole di informazioni. Su tali basi è stato costituito l'idoneo supporto scientifico per la realizzazione di questa mostra, il cui "progetto di conoscenza" è raccontare al pubblico un evento poco noto, che ha tuttavia lasciato tracce indelebili, dal punto di vista scientifico nella successiva museografia etnologica italiana e da quello storico artistico nel tessuto urbanistico della Capitale.

Ideazione e coordinamento generale: Stefania Massari, Daniela Porro (direttore ad interim dell'Istituto Centrale per la Demoetnoantropologia)
Mostra a cura di: Stefania Baldinotti, Emilia De Simoni, Paolo Maria Guarrera
Progetto di allestimento, direzione tecnica e progetto illuminotecnico: Oreste Albarano, Stefano Sestili
Testi: Stefania Massari, Stefania Baldinotti
Ricerche bibliografiche e documentarie: Stefania Baldinotti, Anna Paola Bovet, Laura Ciliberti, Francesco Floccia, Marina Innocenzi, Marisa Iori, Francesca Montuori, Valerio Lazzaretti, Lidia Paroli
Acquisizione, elaborazione digitale e masterizzazione delle immagini: Stefano Sestili con Simonetta Rosati
Laboratorio di restauro: Lucia Carta Brocca, Roberta Scoponi, Nicolò Giacalone, Franco Rossi Gandin
Ufficio inventario: Anna Cologgi
Ufficio amministrativo: Loredana Alibrandi, Raffaella Bagnoli, Maurizio Di Gregorio, Enrico Vergantini
Segreteria: Claudia Graziosi
Allestimenti: Matec Impianti
Si ringraziano per i prestiti gentilmente concessi: Laura Moro, direttore dell'istituto Centrale per il Catalogo e la Documentazione; la Biblioteca Vaticana.

Leggi tutto...

Comuni in Musica: Cupello

Domenica 4 dicembre 2011 alle ore 10,30

il Comune di Cupello (CH) presenta: 
la Giovane Corale Cupellese

La "Giovane Corale Cupellese" nasce nel lontano 1982, e precisamente nel giorno 14 Ottobre 1982 con rogito notarile, ad opera di un gruppo di cittadini volenterosi coordinati dall'indimenticato organizzatore Licio Laudadio. Sono oramai trascorsi trent'anni di Vita Associativa, di momenti esaltanti e belli e soprattutto di tante, tantissime esperienze vissute. Sin dall'origine l'Associazione è il luogo privilegiato dello stare insieme, del fare comunità e uniti dalla passione per il "Folklore", il comprendere per tramandare i canti, i balli e le tradizioni tutte di questa nostra terra d'Abruzzo. Numerose sono state le esperienze artistiche maturate nel corso di questi anni attraverso la partecipazione a serate, manifestazioni, eventi e/o scambi culturali nell'ambito sia regionale che di altre località.
Tra i tanti appuntamenti vissuti si segnalano: il Gemellaggio oramai decennale con la "LAZAR VILMOS ALTALANOS ISKOLA" di Budapest (Ungheria); la partecipazione biennale alla tradizionale festa della "Sfogliatella" di Lama dei Peligni (CH) e della manifestazione "A SPASSO PER I BORGHI" di Castelguidone (CH); la partecipazione alla manifestazione "L'Uomo tra Scienza ed Etica" di Barletta (Anno 2008) per la messa in scena della Peace Teatrale "FONTAMARA" di Ignazio Silone.
La direzione artistica del Gruppo, sin dall'origine, è affidata al maestro concertatore Domenico Piccirilli, mentre diversi sono stati i componenti del Gruppo che si sono alternati nella rappresentanza legale della stessa, sino all'attuale Presidente Maria Elisena Di Stefano.
L'Associazione consta nel suo attuale organigramma di diversi musicisti, un gruppo di ballo nel suo interno e, complessivamente, consta di circa 40 elementi.

Leggi tutto...
Orario ICDe
Dal lunedi al venerdi
9.00-17.00
Metro Linea B (EUR Fermi) Bus 30 Express, 170, 671, 703, 707, 714, 762, 765, 791
Servizio VI
Tutela del patrimonio
DEA e immateriale

logo ministero

Seguici su
facebook   twitter
pinterest   youtube
logomucivexportsmall
amuseonazatp